Ti trovi in:

Home » La Comunità » Organi e Commissioni

Menu di navigazione

La Comunità

Organi e Commissioni

Le Comunità sono state istituite con la L.P. 16.06.2006 n. 3 (Norme in materia di governo dell'autonomia del trentino). Principale obiettivo di questa legge è la valorizzazione delle autonomie locali, con contestuale limitazione del centralismo provinciale, applicando i seguenti principi:

  • principio di sussidiarietà: i compiti di gestione amministrativa devono essere affidati all'ente più vicino al cittadino, cioè all'ente locale;
  • principio di adeguatezza: se l'ente non è adeguato a realizzare una funzione, o un servizio richiede un'organizzazione particolarmente complessa, il compito passa all'ente superiore;
  • principio di differenziazione: il sistema può essere diversificato, al fine di  tener conto delle specifiche caratteristiche di ogni singolo ente considerato.

 Altro importante obiettivo della legge è quello di garantire a tutta la popolazione trentina medesime opportunità e livelli minimi di servizio, indipendentemente dalle caratteristiche del territorio, dalla collocazione geografica e dalle dimensioni del comune di residenza. In applicazione di questa legge il territorio della provincia di Trento è stato suddiviso in 16 territori geografici che corrispondono a 15 Comunità e al Territorio Val d'Adige (di questo territorio fanno parte i Comuni di Trento, Aldeno, Cimone e Garniga Terme). Le Comunità sono enti pubblici locali a struttura associativa e sono costituite obbligatoriamente dai Comuni per l'esercizio in forma associata delle funzioni amministrative nelle materie già attribuite o delegate dalla Provincia ai Comprensori (assistenza scolastica ed edilizia scolastica relativa a strutture per il primo ciclo di istruzione; assistenza e beneficenza pubblica, compresi i servizi socio-assistenziali, edilizia abitativa pubblica e sovvenzionata) e nelle materie elencate dalla legge(funzioni in materia di urbanistica, di programmazione economica locale e di infrastrutture di interesse locale a carattere sovra comunale). Alle Comunità i Comuni possono inoltre trasferire volontariamente funzioni amministrative nelle materie indicate dalla legge (volontariato sociale per servizi di interesse locale, corpo dei vigili del fuoco volontari, espropriazione per opere e interventi di interesse locale e ulteriori funzioni invidiabili con legge provinciale). Infine i Comuni possono trasferire volontariamente funzioni proprie alle Comunità per l'esercizio delle stesse in forma associata. La Comunità sostituisce il Comprensorio, ente che aveva un limitato potere decisionale e compiti prettamente operativi. La riforma ha quindi previsto un trasferimento di poteri a favore del territorio, che dovrà decidere e gestire con responsabilità diretta, svolgendo funzioni di governo, con gli strumenti della programmazione e pianificazione (es. piano urbanistico, programma di sviluppo, piano sociale) nell'ambito degli standard e livelli minimi definiti a livello generale e nei limiti delle risorse a disposizione. La Comunità opera in stretta collaborazione con i Comuni del proprio territorio, assieme ai quali dovrà riorganizzare i servizi pubblici, utilizzando al meglio le risorse disponibili (personale e mezzi). L'obiettivo è di dare servizi adeguati alle esigenze di sviluppo della popolazione ma con attenzione alla sostenibilità dei costi. I Comuni partecipano attivamente alla vita della Comunità attraverso l'elaborazione e l'approvazione dello statuto, con la presenza negli organi della Comunità, con il coinvolgimento diretto (codecisione) nell'approvazione degli atti "strategici" e con l'affidamento di funzioni, compiti e attività propri e il relativo apporto finanziario . Con Decreti del Presidente Provincia Autonoma di Trento n. 190 del 05 novembre 2009  e n. 64 del 27 aprile 2010 è stata quindi costituita la Comunità Alta Valsugana e Bersntol con contestuale soppressione del Comprensorio Alta Valsugana . La Comunità è dotata di uno Statuto, che è stato approvato dalla Conferenza dei Sindaci in data 3 luglio 2008 e dai Comuni appartenenti al territorio della Comunità, ad eccezione dei Comuni di Centa San Nicolò e di Levico Terme. Successivamente modificato secondo le modalità previste dall'art. 14, comma 4.bis della L.P. 16 giugno 2006 n. 3 e s.m. con delibera del Consiglio della Comunità n. 8 del 16 maggio 2016 e pubblicato in data 14 settembre 2016.

Sono organi istituzionali della Comunità:

1.     Il Consiglio di Comunità

2.     Il Presidente

3.     Il Comitato Esecutivo

4.     La Conferenza dei Sindaci.

Altri Organi:

1.    Gruppi consiliari e capigruppo

2.    Le Commissioni consiliari

3.    Organo di revisione economico-finanziaria

Immagine decorativa

Il signor Pierino Caresia è il legale rappresentante dell'Ente.

Immagine decorativa

E' l'organo esecutivo della Comunità, è nominato dal Presidente con nomina al suo interno del Vicepresidente.

Immagine decorativa

Consiglieri della Comunità Alta Valsugana e Bersntol attualmente in carica, nominati in esito alle elezioni del 10 luglio 2015.

Immagine decorativa

Lo Statuto della Comunità Alta Valsugana e Bersntol, modificato nel mese di maggio 2016 ed entrato in vigore con la sua pubblicazione in data 14 settembre 2016, ha previsto la Conferenza dei Sindaci.

Immagine decorativa

Sezione del sito contenente tutte le informazioni relative alle commissioni istituite dalla Comunità.