Ti trovi in:

Home » La Comunità » Organi e Commissioni » Commissioni » Comitato di Coordinamento per l'integrazione socio sanitaria

Menu di navigazione

La Comunità

Comitato di Coordinamento per l'integrazione socio sanitaria

di Mercoledì, 29 Aprile 2015 - Ultima modifica: Venerdì, 31 Luglio 2015

Il Comitato di coordinamento per l’integrazione socio sanitaria è previsto dall’art. 21 , comma 4, della L.P. 23 luglio 2010, n. 16 (apre il link in una nuova finestra), ad oggetto “Tutela della salute in Provincia di Trento”.

Con deliberazione della Giunta n. 19 dd. 28 febbraio 2012, ad oggetto “Costituzione e modalità di funzionamento del Comitato di coordinamento per l’integrazione socio-sanitaria della Comunità Alta Valsugana e Bersntol (Art. 21 della L.P. 23.07.2010, n. 16)” la Comunità  ha costituito il Comitato di Coordinamento per l’Integrazione socio-sanitaria nella seguente composizione:

  • il Presidente della Comunità o da un suo delegato, che svolge le funzioni di presidente;
    • il Direttore del Distretto Sanitario nel cui ambito territoriale è compresa la Comunità;
    • un medico di medicina generale o un pediatra di libera scelta convenzionato con il servizio sanitario provinciale, designato dai medesimi medici operanti nel territorio della Comunità;
    • il Responsabile dei servizi sociali della Comunità;
    • un rappresentante degli enti affidatari di servizi socio-sanitari operanti nel territorio della Comunità;
    • un responsabile degli enti gestori delle residenze sanitarie assistenziali situate nel territorio della Comunità;
    • un farmacista convenzionato con il servizio sanitario provinciale, designato dai farmacisti operanti nel territorio della Comunità.

 

stabilendo che la durata del Comitato coincide con quella del mandato amministrativo dell’Assemblea.

 

I componenti attualmente in carica sono:

 

 

COMPONENTI

ISTITUZIONI – ENTI

RAPPRESENTATI

PIERINO CARESIA

Presidente della Comunità

con funzioni di Presidente del Comitato

dott.ssa DANIELA RONER Responsabile del Servizio Socio-assistenziale della Comunità
dott. ARRIGO ANDRENACCI Direttore del Distretto Est
dott. PAOLO PIZZO Farmacisti convenzionati
dott. GIOVANNI BERTOLDI Enti gestori delle residenze sanitarie assistenziali
dott. FRANCESCO CHIUMEO Medici/pediatri di medicina generale
sig.ra MONICA PILATI Enti affidatari di servizi socio-assistenziali

Con la medesima deliberazione la Giunta della Comunità ha fissato le seguenti prime modalità di funzionamento:

  1. il Presidente del Comitato lo convoca e presiede.  In caso di sua assenza viene sostituito nelle funzioni dal Responsabile del Servizio Socio-assistenziale della Comunità;
  2. la convocazione è disposta con avviso scritto contenente l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo ove si tiene la riunione e l’ordine del giorno da trattare.  L’avviso di convocazione è inviato ai componenti del Comitato nel termine di almeno tre giorni prima di quello in cui si tiene la riunione;
  3. l’avviso di convocazione è inviato all’indirizzo di posta elettronica o in subordine al numero di fax comunicato da ogni singolo componente.  Contestualmente verrà inviato un avviso tramite sms al numero telefonico comunicato da ogni singolo componente;
  4. alle sedute del Comitato è invitato anche l’assessore per le politiche sociali e sanitarie della Comunità;
  5. le riunioni del Comitato, che non sono pubbliche, sono valide quando è presente la maggioranza dei componenti (4 membri);
  6. le assenze ed i ritardi dei membri del Comitato devono essere comunicati con anticipo alla Segreteria del Servizio Socio-assistenziale;
  7. in caso di dimissione di uno dei componenti la surroga avverrà con le stesse modalità della nomina iniziale;
  8. le funzioni di verbalizzante del Comitato sono svolte da dipendenti del Servizio Socio-assistenziale;
  9. il Comitato non ha autorizzazione di spesa alcuna ed ai componenti del Comitato non spetta né gettone di presenza, né rimborso delle spese di viaggio;