Ti trovi in:

Home » Progetti » Giornata Internazionale della Pace ONU » Giorno della memoria

Giorno della memoria

Immagine decorativa

In occasione del Giorno della Memoria la Comunità Alta Valsugana e Bersntol ha indetto due momenti celebrativi nel pomeriggio di Lunedì 27 gennaio.

Il progetto, coordinato da Luca Brunoro, è promosso dalla commissione Istruzione e politiche sociali della Comunità presieduta da Tullio Campana, e dalla vicepresidente della Comunità Michela Parisi.

Alle ore 14

a Pergine presso la scuola primaria di Zivignago giungerà la ‘Dama Bianca della Pace’ già apparsa su un cavallo bianco e con una torcia fiammeggiante a Pergine il 21 settembre scorso, in occasione della Giornata Internazionale della Pace.

La Dama porterà a scuola la ‘Fiamma della pace’ ed inviterà i bambini della classe quinta, dopo una breve cerimonia, ad accendere coreograficamente 24 ‘lumini della memoria’. Consegnerà poi a Samuele Fruet, il bambino vincitore del precedente concorso di disegno per l’annullo filatelico della Giornata Internazionale della Pace, una pergamena. Sarà questo momento ad inaugurare il progetto intitolato ‘Un calamaio per la pace’ che vedrà un apposito ‘kit’, composto da calamaio, penna d’oca, carta pergamena, sigillo e ceralacca, compiere nel corso dei mesi un itinerario all’interno del territorio della Comunità. Il kit, che farà tappa via via per qualche giorno nelle scuole che vorranno aderire al progetto, inviterà gli alunni a scrivere un pensiero, una rima o una poesia a tema libero sulla pace, alla maniera antica, quindi con penna, inchiostro e calamaio.

Inviterà inoltre gli studenti a richiudere lo scritto e sigillarlo con la ceralacca per partecipare all’omonimo concorso in occasione della Giornata Mondiale della Poesia indetta dall’UNESCO il 21 marzo. Un kit ‘gemello’ farà tappa anche nelle biblioteche che aderiranno al progetto invitando la cittadinanza a partecipare al concorso.

Alle ore 18

a Pergine, nel giardino della Comunità Alta Valsugana e Bersntol, si terrà un simbolico momento commemorativo con l’accensione di una serie di ‘lumini della memoria’ intorno all’aiuola circolare a cui farà seguito la deposizione della Rosa Bianca.